mercoledì 17 gennaio 2018

Brake bosses

I was reading this article this morning:
http://www.bikeradar.com/commuting/gear/article/the-greatest-commuter-bike-ever-51499/
And I noticed the Moots Mounts on the rear triangle (they can be used on a fork as well).

One picture worths more than 10.000 posts.
(Picture taken from http://www.vintagemtbworkshop.com/1984-moots-mountaineer.html)

It’s incredible how simple this has been engineered back in 1984, with the clear intention to use different wheel size on the same bike (course, you may have the need to use a brake booster).

Just think about the “new” gravel craziness with it's need to switch your wheels (between 700c and 27,5) while Moots was doing that, for the same purpose, more than 30 years ago.

C

lunedì 15 gennaio 2018

Shed leftovers

So, besides the old Atala Top Al and the rusty steel road Marin (even though the stays say Moser... something good for a new story), nothing really good is left on my shed.

I sold (for few bucks...) everything. My 29er Kona is left (but is currently in a shop, should bring it back here).

Ironically, I brought with me more than 10 cranksets... what should I do with these?

Senza titolo


Senza titolo


Senza titolo

c

martedì 9 gennaio 2018

No Drop

Dalla casetta, con l'ultimo carico di materiale, ho portato su sei o sette manubri. Tra questi ci sono i due Fleegle di On-One che comprai tempo fa.
Il primo, 25,4 alluminio satinato, è andato sulla Lancaster. Il secondo ha finito il viaggio sulla Van Nicholas.
Ho messo le comode leve Sram argento e un comando Shimano a 10v su supporto Paul.

La vista laterale è piuttosto pulita, se non fosse per il cavo freno anteriore troppo corto (lo so, ne avevo un segmento già tagliato, e...). Con le ruote da 26, poi, sembra molto bella nell'insieme.
Forse è esagerato in larghezza, 710mm ma c'è parecchio spazio per mettere le mani.
_____

With the last boxes taken from my shed, back home, i brought a couple of handlebars. Among these, two Fleegles made by On-One bought some time ago.
The first one, with a diameter of 25,4mm, raw aluminum, is on the Lancaster now. The other one ended up on my Van Nicholas.
I used a good old pair of  Sram silver levers and a Shimano 10s bar end on a Paul support.

The side view is pretty clean but for the front brake cable too short (I know... this was already cut).
I like the clean lines  especially with these 26er wheels.
Perhaps may be a little on the wide side with its 710mm lenght however this way there's a lot of room to rest your wrists.

Senza titolo


Quello di cui parlavo / What I was talking about:

Senza titolo


Il setup dei comandi / Levers setup:

Senza titolo


Per un breve periodo ho anche montato le appendici aero che potrebbero anche avere un senso su un manubrio così. Ho deciso di toglierle, però; un po' troppo ingomranti ingombranti se uno ci deve andare soltanto in città.
_____

For some time I used some aero bars which make sense with these bars. However I ended up taking them out as they are too cumbersome to carry around (especially when commuting around the city).


Senza titolo

Spero di avere l'occasione (molto presto) di togliere i parafanghi e poterci fare un po' di vero fuoristrada.
_____

I hope to have the opportunity to ride this bike with no mudguards on a real offroad ride.

c

domenica 7 gennaio 2018

26 pollici sulla Amazon

A ottobre scorso ho avuto l’occasione di svuotare ulteriormente la casetta. Ho tolto di mezzo una quantità di roba che per qualche motivo continuavo a tenere. Ho scoperto di avere pneumatici completamente inutili oppure mozziconi di guaine freno troppo corte.

Ho riempito una quantità di scatole e le ho portate alla base (sul contenuto, magari, scriverò qualcosa in seguito).
_____
In October I emptied my shed. Throwing away many things that I thought I should have kept.
There were useless tires or outer cables too short to be used.

I made a couple of plastic boxes and sent them here (I'll write a post sooner or later about that).

Ehm...
Senza titolo

Tra le cose che ho imballato c’erano anche una bella coppia di Mavic Crossmax 26" solo disco con su un paio di Kenda Small Block 8 tubeless.

Le ruote le avevo preparate per la Paduano e portate alla Martani Superbike del 2014. Ci avrò fatto quattro o cinque uscite in tutto e poi le misi da parte (vendetti la Paduano molto presto).

Appena arrivate le ho montate sulla Van Nicholas e... Caspita! Funziona tutto.
Il movimento centrale risulta di poco più basso rispetto ad una coppia di 700x32 tradizionali ma le 26 con le Kenda da 2.1 sono sostanzialmente identiche alle 27,5 con su le Kojak da 33.
La bici è diventata comoda ed è più sicura quando giro nel parco col fondo umido e scivoloso.
Il passaggio ruota sul carro posteriore è più che sufficiente. Probabilmente sarebbe un problema sul fuoristrada serio e fangoso (o durante una gara di ciclocross) ma siccome non faccio né l’uno né l’altro, non è un vero problema.

Il nuovo formato, per fare qualcosa di più impegnativo dove servano gomme più tassellate, è eccezionale.
_____

Among the other things there was a 26" Mavic Crossmax disc wheelset with a pairof Kenda Small Block 8 on it.

I made these at the time I was using the Paduano and used during Martani Superbike race in 2014. I used them four or five times and then put them in a corner (my Paduano was sald very soon).

As soon as I get them, I put them on the Van Nicholas and... gosh, it works.
The botton bracket is slightly lower than with a normal set of 700x32 however these 26er with their Kenda 2.1 are roughly the same as a pair of 27,5 with their 33 Kojacks.
Now the bike is more comfortable and safer when riding in a wet and slippery park.
Tire clearance is ok but tight, it may be a problem with mud (like during a CX race) but I'm not going to do anything like that.

This new setup is awesome once you get off the road.

Forcella / Fork:

Senza titolo


Carro posteriore / Chainstays:

Senza titolo


Foderi verticali / Stays:

Senza titolo

venerdì 5 gennaio 2018

Reverse thumb shifter

... che in inglese fa un figurone ma in italiano sarebbe un più modesto: comando cambio rovesciato (e farebbe pensare ad un motociclista integralista)!

Si racconta che anche il buon Greg Herbold sia stato il primo ad usare i comandi XT sopramanubrio in versione rovesciata. Non ho trovato nessuna foto in rete che lo confermi. Le foto più risalenti si riferiscono alla Myiata che usò a Durango nel 1990 ma in quel periodo Shimano produceva già i Rapidfire (modello Push Push).

Ad ogni buon conto, non fu il solo a farlo. Moltissimi atleti preferivano questo setup al classico sopramanubrio, anche nell'era dei Rapidfire (tutti conoscono la storia dell'affidabilità dei thumb shifters).

Tempo fa, comprai un set manubrio da crono con dei comandi Shimano Ultegra a 9v (sebbene il venditore fosse convito che quelli fossero a 10v, millantando di averli usati con un setup a 10v...). Il comando destro aveva una indicizzazione traballante, forse dovuta all'uso. Non era in grado di tenere la marcia, troppo gioco. Potrebbe sempre essere un buon comando deragliatore (vedi sotto).

Ho preso, allora, il comando sinistro, nativamente a frizione perché da usare con il deragliatore, montandolo su un supporto Paul (dovrei prima o poi comprare un set di quelli a cerniera da spostare pià facilmente).
L'ho quindi installato sulla destra del manubrio, in posizione rovesciata, collegandolo ad un vecchio (e un tempo NOS) cambio 105 degli anni 90).

Ecco qualche foto.
_____

... if you use English sounds always better.

Apparently, it was the good old Greg Herbold to use, during a race, the good XT thumb shifters upside down. There are no picture to corroborate that assumption. The oldest ones are about the Miyata that he used in Durango, 1990, but at that time Shimano already introduced the new Push-Push Rapidfire shifter.

Anyway, he was not the only one to do so. Many athletes used to have this setup, even when Rapidfire were sold (everyone knows the legendary reliability of the thumb shifter).

Some time ago I bought a TT bar with 9s Ultegra bar end shifters, the seller told me (with a bold voice) that these shifters were 10s, pretending he was using them with a 10s setup...). Anyway, the rear derailleur shifter is slightly loose, perhaps badly worn out. It can't keep the right gear, it can be used for the front derailleur (see below).

I used the front shifter, with no indexing, with a Paul support (I should buy the new hindged version, sooner or later).
Then I installed it on the right hand side of the handlebar, upside down, linking it to an old (used to be a NOS) 105 rear mech from 90s.
_____
1.
Senza titolo

2.
Senza titolo

E' da un paio di settimane che uso la bici con questo setup, soltanto in città (e, more solito, entro il piccolo parco - con annessa pista BMX) che percorro quotidianamente.
Una volta presa la mano alla cambiata a frizione, non ci sono grossi problemi. Anzi, il manubrio resta molto pulito così.
Chissà come sarebbe con entrambi i comandi ed una doppia...

c

giovedì 4 gennaio 2018

Exposure Sirius and Tracer

Ultimamente sono diventato leggermente paranoico quando si tratta di viaggiare di notte.

Ho iniziato a comprare luci durante l’inverno scorso, e mi sono accontentato di un set da due lire di Halfords (poi diventati tre per evitare di spostarli continuamente tra le bici). Ad occhio e croce il posteriore fa 15 lumen e l’anteriore non arriva a 70.
Ho tirato avanti per tutto l’inverno scorso però, girando con un amico che ha più di 1.5k lumen a portata di pollice e percorrendo ogni giorno un parco (ovviamente non illuminato), ho pensato che sarebbe stato bene comprare qualcosa di più adatto.

Ho passato parecchio tempo a guardare e riguardare tutte le offerte su ChainReaction, Wiggle ed anche Evans. Avrei voluto prendere una Knog PWR da 1k lumen (Wiggle) ma era andata via quasi subito.
Ho scartato le Cat Eye solo perché sembrano piuttosto deboline di supporto, tenendo sempre a mente che almeno una volta a settimana si dovranno spostare da una bici all’altra.
Senza volere prendere una luce con pacco batteria separata, le opzioni si sono ristrette su Exposure.
Esistono una infinita quantità di varianti (e prezzi) ma ho pensato di prendere una coppia a circa 120 euro.
Ho preso una Sirius Mk6 anteriore e una Tracer Mk2 posteriore.

Non hanno un output molto alto, l’anteriore è dichiarata per 575 lumen. Esistono luci che arrivano facilmente a 1k - 1.2k e magari costano quasi la metà del set.
Ho deciso per questo set perché avevo visto quanto robuste siano le Exposure (dichiarate come ricavate dal pieno). In effetti le mie non hanno deluso le aspettative.
Al tatto danno un’idea di robustezza, il montaggio sulla bici avviene con dei supporti in plastica “ordinari” e vengono fornite istruzioni piuttosto dettagliate (e complicate, direi) per settarle.

Le sto usando da quasi due settimane, ovviamente di “notte” e passando attraverso il solito parco.
Ho settato entrambe le luci in un range medio. La Sirius permette di modificare ulteriormente il fascio su tre intensità diverse. La Tracer ha la funzione ReAct che modifica il fascio in conseguenza del movimento della bici. Insomma finge di essere uno stop automobilistico e aumenta l’intensità quando si frena (sostanzialmente).

La differenza di ampiezza del fascio di luce è incredibile. La Sirius illumina anche i bordi di una strada di circa 4 metri d’ampiezza e senza usarla al massimo della potenza. Il confronto con la vecchia luce di Halfords è impietoso. La posteriore (dicono...) funziona egregiamente ed è molto luminosa e reattiva (parlo della funzione ReAct).

Sono leggermente deluso della durata della batteria della Tracer. La Sirius dura circa una settimana mentre la posteriore non riesce a durare più di quattro giorni.



Ecco sotto una foto delle luci appena arrivate e sotto carica. Ci ho messo anche due monete per comparare la grandezza delle luci (in realtà ho fatto la foto così come veniva... sulla scrivania al lavoro...)
_____

I began to be paranoid recently, when talking about night cycling.
I bought some lights last winter but it was a cheap one from Halfords (soon they became three sets to stop moving them between the bikes). Al in all the rear one should have 15 lumen and the front one nothing more than 70.

I looked for a good set on ChainReaction, Wiggle and Evans as well. I wanted to buy a Knog PWR with an output of 1k lumen (on sale on Wiggle) but went soon out of stock.
I didn't want a Cat Eye just because the support seems weak and I need to move the light from a bike to another almost every week.
As I didn't want a light with separate battery pack either, the only viable option was Exposure.
There is a plethora of products (and prices) but I had an opportunity to have a set of lights for 120 euro: a front Sirius Mk6 and a rear Tracer Mk2.

They are not the most powerful, the front one should have 575 lumen. There are lights with 1k - 1.2k and sometimes even cheaper.
I went for that set because I had an opportunity to see how well built they are (CNC'ed). And I'm not disappointed.
They seem both very sturdy, use a plastic support (with strong rubber bands) and have very detailed instruction (I could say: too much...) to set them up.

It's almost two weeks of use now, in dark conditions and through my usual park.
Both lights have been set up with medium beam. With he Sirius you can customize the beam even more. The rear one has the ReAct feature that modify the beam while cycling. Something like a car, it increases the beam while breaking (in a nutshell).

The light beam is incredibly broad and it light up a road of about 4 meters, without using it at the maximum output. There is no way to compare it to the old Halfords set.
 The rear one (they said) works great and is bright and reactive (I'm talking about the ReAct feature).

I'm slightly disappointed with the Tracer battery, too small. The Sirius one is stronger and last about a week but the rear one won't last more than four days.

Below some pictures of this new set. I put some Euro coins besides them for comparison (to be fair, i just took the picture as it was, on my desk at work...).

Senza titolo



c

martedì 2 gennaio 2018

Spider Sram

Da moltissimo tempo ho una guarnitura MTB Sram S1400, 28-42. Una cosa abbastanza decente, niente fronzoli.
Provai, molto tempo fa, a montarla sulla Soma ma la linea catena faceva letteralmente pena.
Quando traslocai a Cork provai a montarla sulla Lancaster e anche allora chiusi gli occhi sulla linea catena.
Provai ancora una volta a montarla, modificando i distanziali (quelli che vanno sul movimento centrale) di modo da spostare la pedivella destra verso l'interno (e quindi la sinistra verso l'esterno).
La linea catena ne ha guadagnato ma non è assolutamente possibile avere le pedivelle asimmetriche.
Ho comprato una guarnitura Sram stradale, Rival, e ho voluto provare se gli spider fossero compatibili.
In una parola: sì e no.
Lo spider stradale può passare sulla MTB ma non vale al rovescio.
Ho evitato di fare accrocchi e rimesso tutto come prima.

Magari troverò su eBay uno spider per XX.
_____

I have a Sram S1400, 28-42t since ages. A working horse basically.
I tried, some times ago, to use it on the Soma but the chain line was awful.
When I moved to Cork, the cranckset moved to the Lancaster but, even then, chain line was still very bad.
I, then, tried to rearrange the BB spacers to slightly move the chainline towards the centre of the frame but the crank arms moved as well, with the left one going more to the left.
Chainline was better but you can cycle with an asymmetrical crankset.
Some weeks ago I had a chance to buy a new Sram Rival road crankset and I wanted to try to swap their spiders.
Well, the road one can be used on the MTB crankset but the other way around is not true.
I kept both as original without messing up with the spiders.

Perhaps I will try to find a XX spider on eBay.


Senza titolo

c

domenica 31 dicembre 2017

Lancaster, guidacatena

Piccolo post "fai da te".
Soprattutto sulla Lancaster, ho provato a montare corone normali, con i denti tutti uguali (e non narrow-wide).
Con il cambio Sram, cambiando verso pignoni più piccoli, ho avuto moltissimi problemi di caduta catena.
Ho parzialmente risolto con questi piccoli giodacatena creati partendo da un fil di ferro di uno stendino per i panni bagnati.
Ne ho creati anche altri (visti sulla Morati) usando il tondino di ferro dei parafanghi SKS.

La comodità di questi qui sotto è che il metallo, di diametro minore, si può modellare facilmente e creare curve più strette.

Primo tentativo:
20170603_171045

Secondo tentativo:
2017-06-06_08-23-50

Ho sfruttato il bullone del portaborraccia per fissare le guide. Soprattutto sulla Lancaster, che è molto piccola, il bullone inferiore sta poco sopra alla corona, all'altezza giusta.
Il guidacatena non si è mai spostato e, soprattutto il secondo, ha sempre evitato la caduta della catena.
Premesso che sono sempre andato su strade urbane (quindi niente fuoristrada vero se non una piccola pista da BMX e molti marciapiedi), mai caduta la catena.

Oramai sono passato ad una narrow-wide su tutte e tre le bici e, in tutta onestà, non tornerei indietro vista la semplicità. Questa soluzione, però, può essere utile se volessi provare per un po' di tempo dentature alternative (magari corone che ho già dentro in formato normale) prima di spendere soldi su corone nuove.

c

sabato 10 giugno 2017

Lancaster ognittempo

L'ultimo aggiornamento era stato questo: foto orrenda, post scritto coi piedi...

Per montare la bici, sono partito dal kit freni VB che tolsi dalla Morati un po' di tempo fa, quella copia dei Paul Motolite, insomma.
Anche se regolati molto alti, questi freni hanno comunque bisogno di leve lineari, avrei avuto due scelte: flat bar e leve MTB oppure leve Dia-Compe e drop - come già avevo fatto su uesta bici tempo fa, ma mi ci ero trovato male: dislivello enorme oppure estetica orrenda (con l'attacco montato molto alto).

Ho pensato che su tre bici, averne una con un flat bar sarebbe stato interessante, soprattutto per viaggiare più agilmente nel traffico durante il tragitto casa-lavoro.
20170520_081100
Avevo da parte l'intero ponte di comando che stava sulla Morati, questo, e nonostante abbia anche una piega da 660, ho preferito (unicamente per pigrizia) lasciare tutti intatto.
Mentre montavo la piga, però, ho pensato ad come risolvere un problema fastidioso: le appendici montate alle estremità (come tradizione vuole) riducevano parecchio la parte utilizzabile della piega, mi ritrovavo con le mani troppo vicine alle leve freno per poterle usare con l'indice.
Ho provato a montare le appendici all'intero, appena prima delle leve freno, mettendo poi le manopole all'esterno.
In questo modo ho ottenuto almeno tre risultati: 1) ho più spazio per muovere le mani sulle manopole (e anche sulle appendici), 2) ho più spazio per manovrare freni e comando trasmissione, 3) (motivazione quasi ridicola, lo so) le appendici mimano grossolanamente la posizione sui comandi di una curva stradale (che però ha risulta di appena 34 cm). Un piccolo problema è che le manopole sporgono dalla piega di circa 2 cm ciascuna. Ho usato i rappi manubrio che mi avanzavano dal nastro Boardman (12 euro, veramente morbido!) e ho chiuso l'orribile buco che c'era. In più le manopole non girano sul manubrio.

Setup freni
20170520_081107
Benchè economici (circa 50 euro per il set completo), fanno il loro lavoro, flettono moderatamente e sono molto flessibili (posso montare cerchi di dimensioni diverse soltanto muovendo i pattini).

Trasmissione:
20170520_081115
E' rimasta 1x, 40 denti di corona e cassetta a 9v, 11-32. Ho un problema con questa guarnitura, si continua ad allentare. Le ho provate tutte tranne la Loctite... Non ho trovato un rete nessun tutorial.
Premesso che è sicuro che usi il movimento centrale Sram, che sia ovviamente da 68 (quindi calotte montate senza distanziali), esistono due soluzioni al problema: o il vecchio proprietario ha danneggiato la guarnitura (ed io non me ne sono accorto) oppure il movimento  originale ha dimensioni diverse.

Ecco una foto completa:
20170520_081131
Come sempre, ho fatto qualche modifica nel frattempo. Il reggisella l'ho tolto, rimettendo il Thomson (serve molto lungo...) e la borsa adesso sta sulla Amazon.

c



sabato 20 maggio 2017

Amazon autunno-inverno

E' da tanto che non mostro la Amazon, non che ci sia questo granché da mostrare, comunque...

In ogni caso, così com'è ha attraversato indenne gran parte dell'inverno (quando le altre due bici stavano ancora in lavorazione).

Abbassiamo le luci:
20170520_080520

Sì, parafanghi, non è possibile farne a meno, tanto più durante l'inverno. Normalmente ho anche un altro segmento che, proseguendo dal ponticello tra i foderi verticali, protegge il piantone e la scatola del movimento centrale dagli schizzi di morchia.
Le ruote da 27,5 con gomme da 35 non sono male. La bici è molto più maneggevole e riesco a non avere alcun problema di contatto tra la punta dei piedi e la gomma.
Ho sempre da parte le vecchie Bontrager FCC (che perlatro hanno avuto bisogno di una lubrificata al corpetto ruota libera di recente). Magari su quelle posso montare le vecchie Clement e avventurarmi in brevi uscite in fuoristrada o semplicemente comprare delle 27,5 da 1.9 (qualcuno le dovrà pur fare) e fare fuoristrada vero...

Ponte di comando.
20170520_080552

Una cosa che un tempo non avrei mai detto è che un 46 è addirittura esagerato. La piega è comoda e con la parte alta della piega così larga, posso muovere le mani a meraviglia. Trovo che un 44 sia sempre più adatto a quello che faccio io (e alla mia esile corporatura).


Sella
20170520_080601

SPecialized Toupé, bella e anche comoda. Poi bianca sta bene sul reggisella RItchey. Questo aggeggio rosso, un tocco di vera classe (...) è l'aggancio per il Trailgator. Avevo bisogno di una bici per agganciare -come rimorchio, la bici da bambino e non mi sono fidato ad usare un'altra bici con reggisella da 27,2.

Avrei da parte una guarnitura Ultegra (usata a fondo) con BCD da 130 e una corona nuova da 44 denti. Non avrà la stessa funzionalità di una narrow-wide però, in termini di dentatura, credo sia più adatta alla Amazon. Con una corona da 38 mi ritrovo molto spesso negli ultimi 3 pignoni (cassetta da 11-36 SLX a 10v). Questa e le gomme sono le uniche modifiche che potrei fare, la bici (incredibilmente) va bene così...

c