domenica 28 settembre 2014

Lancaster - una forcella non convenzionale

In effetti, ripensandoci stamattina, che invece di andare in bici sto davanti al pc, potrei sempre tentare di usare la bella forcella Suntour Swing.
Suntour fork
Immagine tratta da bycicledesign.net.
Bisogna considerare che: è solo disco, ha anche un attacco parafango, è molto pesante con i suoi 1500gr abbondanti (circa 600 gr più della Kona P2), non ho idea del suo funzionamento.
Però se uno vuol fare una cosa diversa allora questo non è un risultato da scartare.

Sono ancora indeciso sui rapporti e sul manubrio.

Da un lato mi piacerebbe molto poter usare un cambio a gabbia corta (Ned Overend, tanto per citare uno dei grandi), ho da parte un XT o un Ultegra o il 105 (vecchio con la gabbia non alleggerita o moderno). Questo potrebbe significare che non potrò modificare i rapporti con tanta facilità. La capacità di un cambio a gabbia corta è così striminzita che avrei problemi a sostituire una cassetta o la guarnitura. Forse una soluzione sarebbe quella di mettere un cambio a gabbia lunga e poi una volta verificati con attenzione i rapporti che servono, sostituirlo all'occorrenza se possibile.

La scelta del manubrio ancora mi tortura (ne ho di cose importanti da pensare...). Ma di questo ne discuteremo in un altro post.

c

sabato 27 settembre 2014

Lancaster - Facciamo un po' il punto

Dunque, alcune bici sono andate via.
Avrei dovuto dare via anche il Lancaster ma per vari problemi di spedizione non mi è stato possibile.

Allora, vediamo che ci possiamo fare. Escluderei di farne una sedia a dondolo o di fonderla in una bitta.
Quindi potrei anche tornare a montarla per farci una tuttofare, magari con una configurazione leggermente diversa da prima. Del resto il cockpit è andato a finire sulla Paduano.

Immaginiamo insieme.

Ruote:
Potrei subito mettere le ruote grandi. E a questo punto ho due scelte abbastanza ragionevoli.
Uso subito le Clement PDX che ho da parte, nuove, e comunque l'unico altro modello da CX che ho.
La prima e più semplice soluzione è usare le ruote Bontrager che avranno fatto s' e no 50 km (ai tempi della Air9) e con i dischi sono a posto.
Altrimenti uso le ruote WH-R550. L'unico grande problema sarebbe quello di dovere usare -almeno al posteriore- un adattatore Mavic per i freni (un po' brutta esteticamente ma potrei anche metterci un bel paio di cantilever).

Trasmissione:
Al momento non sono sicuro di quel che voglio fare.
Una soluzione (molto semplice e comoda) sarebbe di usare la guarnitura Sram doppia nativa (28-42 se non sbaglio). La cassetta è quella che mi pone più problemi per due motivi: numero di velocità (e di conseguenza: comandi cambio) e numero denti (avrei la bella 12-28 10v Ultegra ma basteranno 28 denti? con un rapporto più corto di 1:1?).

Forcella:
Non so se usare la vecchia RS Duke. E' molto bella, tutta grigia e in buone condizioni generali ma preferirei una forcella diversa. Purtroppo la WCS da CX è andata via con la Redline (purtroppo), quindi potrei mettere: forcella in titanio cinese, forcella in carbonio Ritchey Wcs da 26", forcella in alluminio da CX (marchiata falsamente Merida ma con cannotto da tagliare!).
Dipende tutto dalla scelta delle ruote (e quindi anche dei freni).

Cockpit:
qui la scelta si fa difficile.
Col drop da fuoristrada verrebbe una copia della Paduano.
Potrei anche metterci un drop stradale (ho la piega Deda OS) con quell'attacco molto angolato (à la Limpdick...) che ho preso su Amazon parecchio tempo fa.
Posso sempre usare la piega J-bar. L'avevo appoggiata al telaio quando ancora non ero sicuro di volerla dare via e in effetti non sarebbe male. Avrebbe solo bisogno di un attacco un po' più angolato per non caricare troppo i polsi.

c

lunedì 25 agosto 2014

Il lato oscuro

Dunque, ho sempre guardato con scientifica curiosità a quei post che, nei tanti blog, scrivono di nuove novità e improvvisi cambiamenti che influenzeranno il "diario digitale":
Ebbene, anche per me è venuto il momento di scriverne uno.
Questo agosto è stato un mese particolare e sono cambiate molte cose, in me e attorno a me.
La Swisscross, tristemente, ha dovuto cambiare casa ma so bene che il nuovo proprietario sarà amorevole come lo sono stato io.
La Soma ci aveva abbandonati già a luglio ma non è stato assolutamente difficile liberarsene.
Proprio ieri anche la Redline è andata via a far felice un ragazzino. Ed è stato un distacco leggermente più sofferto della Ritchey. Forse perché contavo di tenerla comunque o chissà perché.
In ogni caso, mi convinco ogni giorno di più che sia stata la scelta migliore. Non mi sono distaccato da nulla che non possa essere ricomprato (e migliorato se ci sarà l'occasione).
Con ogni probabilità il telaio Lancaster troverà un'altra casa e spero che anche la Paduano prenda il volo.
Mi restano poche bici. Inizierò ad usare la Titus e la Merlin per i giri di tutti i giorni?

c

lunedì 4 agosto 2014

Riflessioni d'agosto

Prima cosa: sto provando a mettere in vendita una quantità di bici. Non le uso - o le uso una volta all'anno, quindi: perché tenerle a prendere polvere?
Sto iniziando con quelle nuove (perché, d'altronde, le puoi comprare in ogni momento).
Poi vedrò con qualche pezzo della collezione.

Secondo: ho sempre più in mente di organizzare qualche cosa carina in ambito gravel.
Devo iniziare a studiare i percorsi più distanti da casa mia e segnarli.
In questo momento immagino alcuni punti fermi:

  • distanza superiore ai 50km, si arriva dal punto A al punto A (o magari al punto B ma questa è un'altra cosa) e non si ripete mail il circuito (altrimenti si fa confusione) e magari più di una opzione per il percorso (25, 50 e 100 km?)
  • percorsi anche un pelo più impegnativi della semplice strada bianca (tipo la Dirty Kanza, ma quella è una corsa di 200 miglia e minimo 10 ore...);
  • le mountain bike fanno classifica a parte; immaginare di limitare le coperture (tipo ciclocross) sarebbe stupido, molto meglio fare una distinzione. Percorrere 50 km di strada sterrata con una front da 29 con gomme da 2,2 è quasi come andare su una full-suspended con corse limitate di qualche anno fa...
  • tutti si deve essere autosufficienti e si parte da soli (da soli!)
  • al momento non immagino i costi di iscrizione e i premi ma una volta definito il tracciato...

Poi vediamo

c

martedì 29 luglio 2014

Paduano - un paio di foto col drop

Per prima cosa le foto:
paduano_drop_1

e
paduano_drop_2

Ci sono uscito solo ieri. Per il solito giro di 12 km. Poco dislivello, strade carrabili (quasi sempre). Insomma una cosa da gravel più che da mtb.
Il manubrio è molto comodo, l'avevo già provato su altre bici. Sulla Caligola è ancora più bello, col suo leggreo dislivello e il nastro bianco.

c

lunedì 21 luglio 2014

Paduano - è come doveva essere

L'avevo scritto -brevemente- nel post qui sotto.
Avevo deciso (dopo il fortunato epilogo della Soma) di mettere in vendita la Caligola.
Forse perché ero già abituato all'idea di mandarla via, allora inizio a pensare "ma come potrà mai essere montata col Midge e l'attacco angolato che c'era sulla Lancaster?".
Detto-fatto. Non c'era granché da regolare se non per la prima parte delle guaine.
Ho montato, nastrato, regolato.
Avrei voluto provarla ma ancora non ho avuto modo.
Vedo di inforcarla e fare due foto dal vivo.

c

sabato 19 luglio 2014

Soma DC - già via

Sì, forse è la bici che ho tenuto meno ma a causa di un imprevisto ho colto l'occasione di far felice un ciclista e per vendere una bici che avevo usato praticamente nulla.
Non mi dispiace molto di averla venduta, date le premesse. Anzi! Ho trovato bello avere più spazio in laboratorio.
Ora avrei messo l'annuncio per dare via la Caligola eppure oggi (chissà che m'è passato per la testa) ho smontato il ponte di comando e messo quello della Lancaster...

c

giovedì 10 luglio 2014

Uscita - quanto vale la Redline?

Ho la Redline che corre su un filo. L'ho messa su Subito -come solo telaio- e sembra esserci qualcuno interessato.
Da un lato mi dispiace perché mi diverto con questa. Mi succede sempre con le bici che monto senza troppi pensieri.
Insomma, oggi ho fatto circa 30 chilometri su asfalto, con le ruote Shimano 550.
Mi sono accorto che, tutto sommato, mica è facile andare in giro, anche se con una bici leggera (dovrebbe essere intorno ai 9kg, molti meno della Soma).
Quindi, in estrema sintesi, ho rivalutato enormemente la Soma. Potrebbe essere che con le ruote più leggere (ma con i pneumatici da 28) sia più divertente da portare in giro.
Ci dovrò fare un giro molto presto.

c

lunedì 30 giugno 2014

Riflessioni - aggiornamenti di fine giugno

Non scrivo da parecchio tempo, è vero. Ho avuto qualche contrattempo e sono stato fuori qualche giorno.
Ci sono alcune cose di cui parlare, facciamolo in un unico post e con ordine.

1. Ho dato via la Emd. In sei mesi (circa) l'ho pedalata due volte. C'è altro da dire? Sì che se una 29 la monti con quello che hai a casa (soprattutto le ruote pesanti), ti accorgi dei limiti della bici. Poco male, ho un po' di spazio in più nel garage.

2. Ho comprato un bellissimo reggisella Campagnolo da 27,2 per la Soma. E' identico a quello che ho preso per la Specialized S-Works grigia che non ho ancora montato, solo molto più corto. Per la Soma va bene così, devo soltanto regolarlo.
E parlando della Soma, dovrò anche montare le ruote Bontrager ora che sono riuscito a montarci sopra i copertoni.
Non vorrei dire bestialità ma credo di avere preso la Soma senza pensare troppo. Al momento non la uso quasi mai. Preferisco di gran lunga (incredibilmente) le due ciclocross che ho a casa.

3. Ho comprato anche un paio di gomme Michelin 700x25 che potrei mettere sulle ruote da strada Shimano 550. Non le ho ancora montate ma dovrebbero essere (quanto non so ancora) più comode di quelle da 23.

c

domenica 8 giugno 2014

Officina - i cerchi Bontrager - upd 2014.06.14

Da quando ho finito di montare la Soma, avrei voluto usare le ruote Bontrager (mediamente leggere) che comprai insieme al telaio della Air9 bianca.
Purtroppo, soprattutto all'anteriore, non sono riuscito a sistemare correttamente i pneumatici. Parte del tallone non aderisce al bordo del cerchio (è successo con le Randonneur, le Raze e un paio di Rubino da 23).
Ho controllato con attenzione il cerchio, oggi, e mi sono accorto che l'anteriore è storto come una patatina.
Magari è proprio questo il problema...
Visto che a casa ho l'attrezzo, in settimana cercherò di trovare il tempo di sistemarla.

Edit: oggi ho trovato un bel paio di Continental Sport Contact stradali da 32, molto più leggere delle Randonneur (domani, avendo tempo, proverò a pesarle). Ho montato la gomma, gonfiato (abbastanza) la camera d'aria e lo pneumatico si è assestato subito sul cerchio!
Ottima notizia

c